Il mare dentro. A dimensioni inimmaginabili.

 

mare
Credits_Voglio Scrivere di Te

 

Il mare è molto di più che intrattenimento.

Il mare è un organismo vivente, che ha attirato l’attenzione di scrittori, scienziati, appassionati. Dopo aver provato la sensazione che la sua conformazione, la sua natura ha rilasciato sulla loro anima, tutti hanno sentito il bisogno di conoscerlo più a fondo.

Lo hanno studiato, navigato, fronteggiato. E ciò che il mare ha lasciato su di loro, doveva essere documentato.

Chi nasce in luoghi per lo più circondati da acque profonde, come le isole Lofoten, ha passatempi e obiettivi diversi dai nostri: catturare lo squalo della Groenlandia.

lofoten
Isole Lofoten

Questa ricca storia, narrata in “Il Libro del Mare” di Morten A. Strøksnes, edito da Iperborea, ci fa immergere totalmente dentro le profondità acquatiche.

La dimensione dell’acqua non è più bidimensionale, ma da essa scaturiscono storie, studi, aneddoti da parte di chi ha conosciuto e vissuto il mare, come Hugo il compagno di avventura di Morten.

E si comprende che rappresenta una sorta di meditazione, di pratica della salute.

Chi ama l’elemento acquatico e ciò che esso contiene, ne è completamente avvolto, la sua energia, il suo spirito (ancestrale) tengono l’equilibrio dentro di lui.

Si ricerca sempre il modo di tornare a lui, perché si è ammaliati da ciò che rappresenta, dalle figure mitologiche che lo hanno abitato (sirene, tritoni), dai pirati e dai grandi navigatori.

E’ una sfida con l’imprevisto, la forza della natura, l’intelligenza e la pazienza. E’ essere parte del tutto, avere la consapevolezza di contribuire alla creazione del Mito.

A fianco a fianco. Calibrando il peso da tenere sul gommone dell’impresa, fra le pagine. Spettatore di venti e onde, di pensieri e riflessioni, di rinunce e di vittorie.

Noi partecipi dell’impresa, forse.

Buona navigazione

Giorgia

 

 

Annunci

Alejandro Kokocinski. L’indipendenza non è un valore barattabile.

18670735_1961873964042559_3897579752748324582_n

Quando il cuore si colma di gioia infinita di fronte alla vita e ai piccoli afflati che essa stessa genera, non c’è casa che tenga, non c’è cuore che ti possa far fermare.

Corri, insegui, forse una chimera. Il cammino procede, senza sosta.

Alejandro Kokocinski, non lo conoscevo prima della lettura di “Kokocinski. Vita straordinaria di un artista” edito da Clichy.

Continua a leggere…

Il risveglio della Dea a Soundzan Festival. Dove il suono è legato al Confine.

dea

Sono legata all’odore e alle Donne, in questi giorni vi ho pensate e ho preparato qualcosa per voi.

Ciondoli-amuleti che impregneremo di essenza.

Olii essenziali, lana, tissage, immagini, buona musica; tutto, tutto vi permetterà di mapparvi e di ridare voce, attraverso gli odori, a ciò che la vostra Dea,  vi chiede in questo momento. Io sarà li, ad aiutarvi in questo percorso.

Dove ?

A San Giovanni  in Galilea.

29 – 30 luglio.

Un paese a 447 mentri s.l.m, fu nel 1944 un borgo facente parte della Linea Gotica, terra di confine e di invasione, abitata dai Malatesta, magico nel suo essere.

Accoglie, come d’abitudine un festival che ha del meraviglioso: Soudzan.

soundzan.jpg

Musica, eco-mercatini e buon cibo ecco le componenti che fanno di questo evento dell’anno, un piacevole e genuino modo di vivere la musica e ciò che ci può far star bene.

Qui viene coltivata la Bellezza, che quest’anno ha il sapore dell’I R O N I A !

Di seguito troverete il programma ufficiale:

programma1programma2

Io vi aspetto in cima al monte, in un cortile, grazioso e accogliente.

La Natura ci sarà compagna e ci aiuterà.

Ne usciremo fortificate !

Questo slideshow richiede JavaScript.


Vi aspetto Dee !

Giorgia