La Danza eterna della Terra

bali

Bali. Donne. Danza.

Un trittico che è certezza, che è orgoglio e volontà di essere.

Termino oggi, la lettura di “La Danza della Terra” di Oka Rusmini (edito Atmosphere Libri), giornalista e attivista balinese, che ci mostra come nella sua terra, sia ancora fondamentale rispettare i percorsi segnati dalla tradizione.

Donne che aspirano a diventare danzatrici, ad aprirsi porte, verso uno status migliore.

Volto, pagina dopo pagina, e mi trovo in un tempo che non è il mio, in un modo che fatico a sentire calzato sulla mia pelle: una donna al giorno d’oggi può permettersi di essere anche un uomo, forse.

La Fatica impiegata per assolvere un ruolo che da sempre appartiene alla donna orientale: mostrare la bellezza, l’eleganza, la grazia. Più in là, la contro-medaglia: impegno, sacrificio, compromesso. Riscattato.

Donne che vengono elevate con cerimonie prendono nomi di fiori e abbandonano la loro identità di nascita, con altrettanta facilità e a volte crudeltà, viene chiesto alle stesse, che non rispettano le regole del “gioco”, di perdere quel profumo che aveva caratterizzato la loro persona fino a quel momento.

Un’eterna altalena

tra ciò che si deve

e

ciò che il cuore vuole.

Un’eterna battaglia che sembra non alimentare quella Terra sulla quale queste donne poggiano i loro piedi, che devono imparare a essere movimento, e non solo supporto.

Spalle,

sguardo,

mani,

mudra.

Tutto è spettacolo, tutto è cinema e finzione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...