SoundBook: Quando le letture restano

Ultimo appuntamento con Bruno Schulz e noi.

Uno scrittore che suggeriamo come lettura, un esempio di bellissima immaginazione e traduzione.

Le storie, nelle quali fermamente credo, quando prendono spunto dal proprio vissuto sanno regalare picchi di autentica verità, percepibile sulla pelle.

Un uomo, Bruno Schulz, che ci regala la sua umanità, la sua fantasia sfrenata, la sua voglia di evadere, mostrandoci la fragilità legata alla scrittura. Una valvola di sfiato, un respiro profondo, un salvagente ancorato intorno alla propria figura, certezza di ciò che può riempire il profondo pozzo che uno sguardo sensibile può costruire.

Sguardo sfuggente, postura compressa, sempre con giacca e pantaloni ben stirati al centro. Una camicia, bianca, con segni di prime sgualciture. Piccolo segno di un voce fuori dal coro. Un completo maschile che lo rende uguale agli altri uomini, ma sotto la giacca, o nella sua mente, un mondo unico, un particolare che rende Schulz, degno di essere menzionato come fragile e piccolo uomo galiziano. Con tutta le dolcezza che riservo a queste parole e aggettivi. Alle anime pure che da sempre attirano la mia attenzione.

Buon  Ascolto, qui

Giorgia & Marco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...