Voci vibranti: per chi ama immergersi nel mondo

Vivian Maier
New York, 1954 © Vivian Maier/Maloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York

Non ho ancora finito di guardare il mondo“, un bellissimo monito che dovremo imprimere nella mente a caratteri cubitali.

Come esploratori, voltando le pagine del libro, ci sembrerà di essere in passeggiata tra tappeti sonori umani che hanno la forza di un rituale, usate come totem, che rilanciano nel mondo, la verità più autentica;  un obiettivo fotografico, ecco quello che diventano i nostri occhi.

Meravigliose istantanee, ci offre David Thomas, che sembra essersi alzato ogni mattina, con l’intento di catturare quel particolare che potesse dare un senso, non solo, alla giornata, ma anche ai grandi quesiti della vita.

Errori

Memoria

Tregua

Sempre e solo 

di solitudini 

si parla.

Porte aperte,

sbattute,

chiavi 

voglia di regalarsi 

qualcosa di diverso,

voglia di riscattarsi.

Punti,

punti messi 

all’interno della propria vita,

per poter ricominciare.

Niente di più semplice

niente di più semplice 

che essere presenti a sé stessi.

thomas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...