Eccoci Qui … Dorothy Parker

dottie

Una donna, cresciuta senza figura materna di riferimento. Un occhio, allenato a cogliere i particolari. Dorothy Parker, non solo ci regala magistralmente, il racconto della sciatteria del mondo Upperside di New York, ma una sensibilità spiazzante nel cogliere le sfumature della vita.

Personaggi i suoi, che vivono di doppia faccia, che passano la vita a sperare un destino diverso, che si arrendono, che si abbandonano alla sopravvivenza, che credono ciò che non è.

Dunque anche nei suoi momenti liberi Miss Wilmarth era un impiccio e una seccatura. Non occupava mai una stanza pensata tutta per lei: non aveva un letto, un angolino tutto suo. Si vestiva davanti agli specchi altrui, toccava l’argenteria altrui, non guardava mai fuori da una finestra che fosse sua.

Racconti i suoi, che ci permettono di conoscerla nella sua interezza: ci si chiede quale sia il limite, se dietro quegli sguardi tristi, dietro ai pomeriggi di cerimonie convenevoli con i vicini, dietro un amore non autentico, ci sia la sua anima. Ci sia la sua voglia di vomitare le sofferenze più atroci, quelle che ti attaccano alla sedia delle etichette e che non ti permettono di respirare.

Granelli di sabbia

nella scarpa,

un piccolo binocolo,

un colpo d’occhio dietro 

la colonna,

in grado di percepire

gli umori.

Mondo fuori

mondo il suo, che

sembra essere venuta 

da una vita 

tempestata da piccoli 

drammi quotidiani,

ferite tamponate con

il mercurio cromo,

ricerca di un mondo

glam – Vanity Fair,

per non pensare ai tagli

ancora aperti.

Un cuore che batte al ritmo

di un Pisco Sour,

per offrire alla vita un sorso

che ne valga la pena.

Resumé

I rasoi fanno male;
I fiumi sono umidi;
l’acido lascia tracce;
Le pillole danno i crampi.
Le pistole sono illegali;
i cappi si rompono;
il gas ha una puzza tremenda;
Tanto vale vivere.

Grazie Dorothy,

Giorgia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...