Fare cerchio coi Nomi, tutti femminili

donne

Un libro denso, edito Donzelli Editore, quello che ci regala Nadia Fusini, scrittrice, traduttrice e critica letteraria, con la passione per la letteratura anglosassone.

Un titolo  meraviglioso “Nomi“.

Un lavoro dedicato alle donne che scrivono, ma non a tutte. Solo a coloro che hanno fatto sentire più di altre, e che più di altre, vengono prese in considerazione quando si parla di scrittura al femminile, perchè attraverso la loro penna hanno parlato di sè e del loro mondo. Hanno tessuto trame che hanno permesso di collegarle in questa opera di Nadia Fusini; una donna che ha attraversato l’anima di 11 scrittrici e, ha messo nero su bianco ciò che sono. Nel bene e nel male.

Guardare dall’alto queste pagine è osservare una mappa.

Parole-chiave che ci portano in nazioni e menti diverse. Anime che sono unite dalla voglia di confermare sé stesse, di essere coerenti con ciò che le spinge a navigare nelle proprie acque, che a volte hanno profondità dalle quali difficilmente si riesce a riemergere, fino a mettere sassi nelle tasche per non fare ritorno.

Lasciare che le visioni legate alla parola, al tempo storico, alla riflessione, alla ribellione, giungano a noi, invadendoci, spiazzandoci, cullandoci. Carpire da queste storie di donne e parole, un po’ di mondo: di ciò che percorre la nostra tappa in questa terra e la voglia di poter, anche con poco, contribuire al cambiamento.

 

 

Parlano le voci,

parlano

dentro di me.

Loro

11 donne

e ciò che ha mosso

La loro anima su carta.

 

Bisbigli

Che giungono da altrove

Che non è poi così distante,

È un luogo conosciuto

E’ il fuoco che ci alimenta

e che parla con bocche diverse,

Ogni esperienza di vita

Un canto ci innalza al mondo.

 

Marguerite, Emily, Charlotte, Virginia,

Elizabeth, Karen, Mary, Anna Maria,

Gertrude, Catherine, Emily.

 

Nomi,

Non solo,

Donne che hanno vissuto

La loro integrità,

Che hanno sbagliato e fatto la cosa giusta

Che hanno buttato le basi per noi,

Per la scrittura,

Per la bellezza.

 

Oggi porto un fiore

nei campi

Per ognuna di loro,

così una vicina all’altra

per una sola volta nella vita

e vorrei questa sera

essere una piccola farfalla

per volare su di loro,

per sentirle fare fuoco,

fare cerchio,

bisbigliando,

bisbigliando al mondo.

SSSttttt

SSSssstt

 

Brano musicale facente parte “Corpo Celeste”, opera liberamente tratto dal saggio omonimo di Anna Maria Ortese, interpretata,scritta e diretta da Lina Sastri nell’anno 2007.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...