Quando l’impossibilità di dialogo reale, ci porta a scrivere un’opera – “L’amante di Wittgenstein”

witt.jpg

Un libro mastodontico.

269 pagine lette in 3 mesi.

Quando una mente mostra il suo lavorio, il tempo per poterla tollerare aumenta.

Piccola zanzara, piccolo ronzio che martella il cervello. Kate e il suo soliloquio, tracce di un’anima sulla carta.

Prendi il tuo filosofo preferito, prendi l’amore per la scrittura e cerca di dare forma a ciò che lui ha lasciato dentro di te.

David Markson, sembra omaggiare il suo “idolo”, attraverso il suo linguaggio e lo fa , costruendo l’immagine di una donna, che parla, crea la realtà attraverso le immagini che scaturiscono dalla sua mente.

Ciò per cui direi seriamente qualcosa, in realtà, è capire come faccia la mia mente a saltare di palo in frasca come a volte fa.

Mente 

mentina

la solitudine si avvicina.

Togliere l’audio al mondo esterno,

ascoltar solo la propria voce

ci sono giorni che sono così.

 

Mente 

mentina

la solitudine si avvicina.

Nozioni, azioni, logica 

vero, falso.

Costruire la propria realtà 

con le ombre.

Quando il pensiero scorre

e nulla, nulla lo può fermare.

Mente 

mentina

la solitudine si avvicina.

Ma che peso ha tutto questo vociare ?

tutto questo incastrare ?

piombo.

Mente 

mentina

la solitudine si avvicina.

Il gioco della mente,

che genera un unico ascoltatore

con le cuffie in testa.

Trovare il capo del filo

per avere la sensazione

di non essere 

pazzi del tutto.

Mente 

mentina

la solitudine si avvicina.

La parola, unica compagna

di vita.

La parola, gioco e destino.

La parola, limite oltre il corpo.

Mente 

mentina

la solitudine si avvicina.

Per chi ama guardarsi allo specchio, per chi trova sollievo e compagnia nel dialogar con se stesso. Un libro che rimarrà scalfito nella memoria, che ci ricorderà del nostro lavoro di lettore. Il vero tempo, preso per leggere un pensiero altrui, sentendone in maniera viva, l’intensità, la spontaneità e la complessità che sono un dialogo con il proprio Sè, per fuggir dal mondo, può regalare.

Buon viaggio

Giorgia

 

Annunci

2 pensieri su “Quando l’impossibilità di dialogo reale, ci porta a scrivere un’opera – “L’amante di Wittgenstein”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...