Universi paralleli di me. Allegoria di un cambiamento.

paralleli

Ricerco letture che mi possano aiutare nel mio cammino di consapevolezza.

Universi paralleli del sé” è arrivato in un momento della mia vita, dove avevo bisogno di essere spinta.

Da tempo sento di non essere più destinata a questa routine; la mia anima canta, e canta in grande, ma la mia mano non riesce ancora a seguire l’intenzione.

Cerco fuori stimoli che mi diano quella spinta necessaria per esserci, per fare quel famoso passo che mi permetta di scavallare.

Interessante il suggerimento di Frederick E. Dodson (autore del testo sopracitato):

non è necessario pensare, ma agire.

Attuare già nel presente la realtà immaginata, è viverla.

Detta così sembra molto semplice, fattibile, ma avere coscienza fluida di sé e del proprio operato, una impresa non sempre immediata.

Ciò che davvero fa la differenza è l’INTENZIONE. Mettere un piede davanti all’altro abbattendo gli scrupoli, accettando ciò che arriva come già facente parte del piano di vita a noi destinato.

Le mille strade che si aprono sono ciò che rappresenta il fluido della nostra esistenza, camminare o meglio natare in mezzo ad esse, rappresenta una importante opportunità per essere dentro di noi e averne coscienza.

Questi sono i nostri UNIVERSI PARALLELI, i nostri sé spammati sulle vie della nostra vita.

Perché il fine non è ottenere ciò che si desidera, ma ciò che si è.

Come fare, quindi ?

Attuare, sentirsi il proprio desiderio. E già ESSERLO.

Portare il pensiero, l’azione come se già tutto ciò che desideriamo è il nostro presente; questo piccolo, ma enorme modus vivendi ci permetterà di lanciare la nostra energia nell’etere ed attirare così il nostro desiderio.

Nulla di nuovo forse, ma tanti ci stanno dicendo di variare il nostro modo di pensare, di fare e dedicarci alla felicità. Tutto è fattibile, è necessario farlo divenire parte del nostro giorno.

Ecco, per fare questo piccolo cammino, io ho preso con me un quaderno.

Il quaderno della mia svolta. Il quaderno dei miei passi, dove registrerò sensazioni, attimi, progressi, consapevolezze e momenti di sospensione nell’aria, quando la mia anima gioirà. Sentirà quella sensazione che spesso ci neghiamo e che fa di noi, esseri orgogliosi di noi stessi.

Buon cammino !

Giorgia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...