A gambe aperte aspettando Eva. Ops … Alessandro.

madredieva

Se c’è una parte del corpo che mi si è contorta continuamente durante la lettura di “ La madre di Eva” , quella è proprio la pancia.

Si è indurita, ha sussultato, è diventata casa per il respiro profondo. Mi ha fatto male e continua farmene ogni volta che ci penso e apro una pagina del libro.

Questa fisicità raramente mi capita, ma posso dire di aver vissuto il racconto come la madre di Eva. Attraverso un parto.C’è voluto tempo per finire questa storia, piccole dosi omeopatiche per rimanere attaccata alla voce della giovane donna, perché di Eva ce ne sono in questo mondo e da parte mia hanno tutta la stima possibile, da loro nulla devo capire, tutto mi è chiaro.

Sono donne che nascono tali e che non si sentono sé stesse dentro ad un corpo composto da tette e vagina. Loro, la pipì la vogliano fare in piedi, loro vogliono sentirsi uomini.

Convinte della loro reale identità sanno come fare per cambiare, sono preparate e se non lo sono, lo diventano, hanno coraggio.

Ma le madri ? come sono le loro madri ? come si interrogano, se lo fanno ?

In questo libro Eva è stesa sul tavolo operatorio in Serbia e sta cambiando sesso, mentre sua madre attende appena fuori dalla porta e ricorda, come tutto è iniziato, o meglio come tutto si è svelato negli anni.

Nei momenti di attesa e di tensione, si tende a perdere la coscienza del qui e ora, si vaga, la testa ha bisogno di tenersi occupata per non pensare al peggio.

La madre di Eva, si aggrappa ai ricordi, al travaglio fisico e mentale che l’hanno tenuta ingrovigliata nella vita, per giungere fino a questo punto, per vedere Eva diventare Alessandro. Consapevolmente.

Dopo le prime righe, ho deciso di sedermi lì, di fianco a lei, ed ascoltarla, ho deciso di esserci nel suo dolore e di sentirlo nella mia carne.  Abbiamo atteso insieme la rinascita.

Eva, rimarrà nel mio corpo.

La pancia mi ricorderà della sua presenza ogni volta che si indurirà. Perché da quella zona passa l’energia. La vita. Le emozioni più autentiche.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...