Le cose che restano. Dentro, sempre.

cose.jpg

Leggevo proprio ieri che esistono tecniche di “pulizia” personale, interiore ed esteriore per evitare di portare con sé, nell’ anno nuovo, tutto ciò che rappresenta un carico per la nostra persona.

Ci sono cose che restano, però. E nessuna tecnica può smaltirle. Si possono offuscare, possono modificare il loro suono dentro la nostra anima. Scomparire, mai.

Grace (Grazia) vive un’infanzia che inevitabilmente la segnerà, che inevitabilmente la porterà ad avere uno spirito sensibile ed alterato.

Grace vive un’avventura-mamma. Una donna che le regalerà mille fiaccole colorate, che le permetterà di dare volti nuovi a ciò è comune, che la porterà a rifugiarsi in un mondo irreale.

Grace vive un orso-babbo. Al limite della competizione, pratico e maniacale.

Grace inizia a sentire le crepe dentro, quelle dei suoi genitori e le sue.

Sembra che Grace debba seguire l’evoluzione del cosmo, così come le è stata insegnata.

Sembra che gli arcobaleni siano dietro ad ogni porta che verrà aperta.

Sembra, ma forse, non è.

Ricordo anch’io di aver conosciuto sin da piccola, il color nero e il buio, ricordo di aver creato un mondo parallelo che mi ha sempre protetta e nel quale mi rifugio continuamente quando nel giorno l’oscurità offusca tutto quanto.

Ricordo che i colori e le musiche le creavo io.

Sento che ora, che sto mettendo la testa fuori dal gusto, è altrettanto bello, però.

Buona rottura

Giorgia

 

Annunci

Un pensiero su “Le cose che restano. Dentro, sempre.

  1. […] Intervista su Vanity Fair Su Ophelinha Pequena Su La lettrice rampante Su Amica Su L’Indice del Mese Su La Biblioteca di Babele Su Passione per i Libri Su Minima et Moralia Su Coffee and velluto When We Talk About Books Su Deborah Donato Su Galeotto fu il libro Su Wired Su The Book Worm Su Cabaret Bisanzio Su Interno Storie Su Poetarum Silva Su Critica Letteraria Su Sul Romanzo Recensione su Bookblister Recensione su Blog con vista Su Flanerí Su Librofilia Su Voglio scrivere di te […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...